Azienda


Storia





Nel 1976, il nome della società Luciano Galesi viene definitivamente abbandonato per lasciare il posto al nome FABARM, un marchio che volerà da allora con ali proprie. E' proprio in questo periodo, tre anni più tardi, nel 1979, che FABARM cambia gestione, con il ritiro di Luciano Galesi. Il nuovo proprietario, giovane e brillante direttore di marketing della più grande marca concorrente italiana dell'epoca, comprende allora immediatamente nel frattempo il formidabile potenziale di questa azienda, come pure le mutazioni in corso sui mercati, orientati verso un consumo di massa. Forma quindi un polo di azionisti, organizza qualche anno più tardi lo spostamento dell'azienda di Brescia verso gli ampi e moderni stabilimenti di Travagliato ( città a qualche chilometro da BRESCIA) e guida uno sviluppo internazionale impressionante dell'azienda, dagli USA ai paesi Scandinavi, con l'Europa sempre quale punto focale. La tipologia s'articola allora intorno alla produzione di armi semi-automatiche, dei fucili a pompa, e fucili a canna basculante. E' anche un periodo di accordi commerciali con grandi società di distribuzione, che permetteranno di vendere più di 3000 armi FABARM al mese. Investimenti massicci nella capacità produttiva, logica industriale, partecipazioni alle migliori fiere internazionali delle armi, mentre si assiste alla nascita del moderno marketing. FABARM: l'eccellenza! A titolo di esempio: un cambio di normativa limita a 3 colpi la capacità di serbatoio delle armi semi-automatiche... e FABARM è il primo fabbricante a mettere sul mercato un fucile che contiene solo 3 cartucce, permettendo così di avere in mano un'arma più leggera e più maneggevole, rispetto alla concorrenza, che deve accontentarsi di inserire un riduttore di capacità.



Lo stesso dinamismo e la stessa visione imprenditoriale conducono logicamente FABARM a gestire ed anticipare alla perfezione i cambiamenti degli anni 2000. La globalizzazione cambia le regole, mercati che erano floridi si contraggono, paesi a basso costo di mano d'opera fanno il loro ingresso... FABARM gioca d'anticipo con una strategia vincente. L'azienda investe in modo massivo nelle risorse umane, mette la ricerca e sviluppo al centro della sua politica di produzione, è una delle prime imprese del settore ad acquisire dei centri di lavoro, robot, organizzando la sua produzione Just-in-Time. Il nuovo millennio corrisponde al terzo impulso. FABARM deposita dei brevetti che si dimostreranno molto importanti per il futuro del marchio ( canna TRIBORE, pistone PULSE, strozzatori HP, fucile AXIS ecc...) viene inoltre riconosciuto il design FABARM, moderno, fluido, innovativo ma non provocatorio, che contribuisce ad identificare FABARM.








Nel 2010, uno dei due azionisti si ritira dopo 31 anni e favorisce l'integrazione di capitale ad una società partner italiana nata 12 anni prima, al fine di rinforzare ancora una volta le sinergie produttive ed industriali dei due marchi; questa nuova entità diventa quindi il secondo più grande gruppo Italiano del settore.



Torna Indietro...



Azienda Storia Fabarm oggi qualità showroom contatti
Prodotti Negozi expert Trova il negozio
più vicino a te




torna ad
inizio pagina